STATUTO

Lo Statuto

La Pro Loco svolge in via principale le seguenti attività:

  • Educazione, istruzione e formazione professionale, nonché le attività culturali di interesse sociale con finalità educativa.
  • Interventi e servizi finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell’ambiente e all’utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali, con esclusione dell’attività, esercitata abitualmente, di raccolta e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi, nonché alla tutela degli animali e prevenzione del randagismo.
  • Interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio.
  • Organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al presente articolo.
  • Organizzazione e gestione di attività turistiche di interesse sociale, culturale o religioso.
  • Organizzazione e gestione di attività sportive dilettantistiche.
  •  Riqualificazione di beni pubblici inutilizzati o di beni confiscati alla criminalità organizzata.

L'Atto Costitutivo

Questo documento, datato 1 Luglio 1969 e validato dal notaio Dr. Franco Cilippo Marchetti ufficializza la fondazione dell’Associazione Pro Costacciaro. Tra i Fondatori: Buoncristinai Rag. Giovanni Battista, Salvietti Dott. Mileto, Mattrella Cav. Carino, Giombetti Carlo, Santinelli Umberto, Santinelli Furio, Generotti Orlando, Bartoletti Giuseppe, Cacciamani Vincenzo, Luchetti Giovanni, Mariucci Gino, Bianchi Dott. Giuseppe, Vergari Nazzareno, Rev. Caloisi Oltrado (Padre Luigi), Ruscitti Donato e Simonetti Benedetto.

Gli scopi sui quali si fonda la prima Associazione:

  • Riunire attorno a sé tutti coloro (enti privati) che hanno interesse allo sviluppo turistico della località;
  • Promuovere l’abbellimento di piazze e giardini, le istallazioni di cartelli indicatori, di intesa con le autorità competenti;
  • Difendere, mettere in valore e far conoscere le bellezze naturali, artistiche o monumentali del luogo;
  • Incoraggiare ed appoggiare il miglioramento dei servizi di pubblica utilità e dell’attrezzatura ricettiva;
  • Promuovere ed organizzare festeggiamenti, fiere, gare, convegni, mostre, spettacoli, gite, escursioni, ed ogni altra manifestazione intesa ad attirare turisti nella località.